Caselle email : Problema spazio

Le vostre email hanno uno spazio prefissato.

Questo può essere incrementato notevolmente a condizione di disabilitare i backup automatici.

In pratica se desiderate possiamo aumentare lo spazione a disposizione delle vostre email fino ad un gigabyte, ma in questo caso il salvataggio del vostro sito deve avvenire tramite un’operazione manuale da eseguirsi tramite pannello di controllo a cura del cliente. Se desiderate questa soluzione che presuppone competenze tecniche e che rischia di aumentare molto i tempi di down del vostro sistema in caso di problemi contattate il nostro staff.
In caso di utilizzi professionali con spazi fino a 200gbyte oppure con esigenze di downtime ridotti consigliamo la creazione di una vps dedicata dal costo di circa 70-120 euro/mese.

Se il vostro  account non è stato impostato per rimuovere automaticamente le email dopo un numero prefissato di giorni dal server:

Per impedire il blocco della casella avvengono in automatico 2 passaggi:
1) Viene eliminato automaticamente il cestino.
2) vengono eliminate tutte le email tranne quelle odierne dal server.

Per evitare questo e mantenere correttamente sul server le email in arrivo bisogna impostare come massimo tempo di permanenza 30 giorni.

In allegato un esempio di impostazione di thunderbird.
Se utilizzate altri programmi di posta e non siete in gardo autonomamente di trovare l’impostazione contattate la nostra assistenza tecnica.

Clicca sull’immagine per ingrandirla

impostazioni-thunderbird

Questo ovviamente nel caso in cui si utilizzi il pop3 (protocollo consigliato per i nostri server)

Nel caso in cui desideriate attivare l’IMAP i nostri server lo supportano : ecco una veloce scorsa delle differenze , por e contro dei due sistemi:

cosa questo significa e quali vantaggi si hanno a configurare un server IMAP o POP3.

In sostanza, la differenza principale tra i due protocolli è che se si utilizza un account POP3, i messaggi di posta elettronica vengono scaricati dal server e salvati in locale, mentre IMAP li lascia sul server e memorizza le e-mail nella cache (temporaneamente).
In altre parole, IMAP va inteso come un cloud storage.

I due protocolli, POP3 e IMAP lavorano diversamente:
Usando POP il programma si connette al server, recupera tutta la posta, la conserva in locale come nuova posta da leggere, cancella i messaggi dal server principale e si disconnette.
Il comportamento predefinito di POP è quello di eliminare la posta dal server che significa non poterla più vedere se si accede al proprio account email via browser.
Nelle caselle di posta e nei client però c’è l’opzione per conservare una copia dei messaggi sul server senza cancellarli.

Usando IMAP il programma del computer o il cellulare si connette al server di posta, richiede il contenuto dei nuovi messaggi e li presenta salvandoli in cache.
Se l’utente legge il messaggio, lo modifica o la segna come letto, tali modifiche vengono recepite anche a livello server.

In termini pratici, il POP segue l’idea che si acceda alla posta solo da un client (ad esempio Outlook) quindi le mail possono essere salvate localmente (ad esempio sul computer)
I vantaggi di usare POP3 sono 4:
– Le Email vengono memorizzate localmente e sono sempre accessibili sul computer o sul cellulare, anche senza connessione ad internet
– La connessione Internet diventa necessaria solo per l’invio e la ricezione della posta
Si risparmia spazio di archiviazione del server (perchè non rimangono mai i messaggi al suo interno)
– Rimane comunque la possibilità di lasciare la copia dei messaggi sul server.

IMAP è stato creato per consentire l’accesso remoto ai messaggi memorizzati su un server esterno.
L’idea era quella di permettere a più client o utenti di gestire la stessa casella di posta. Quindi, se si controlla l’arrivo di nuove Email sia da casa che da lavoro, si potranno vedere i messaggi organizzati in cartelle come avviene accedendo alla posta dal server stesso (ad esempio collegandosi a Gmail.com o Yahoo Mail).
Tutte le modifiche apportate ai messaggi sul computer o sul cellulare vengono immediatamente sincronizzate con il server.
I vantaggi di IMAP sono :
– La Posta viene salvata sul server remoto ed è accessibile da più sedi diverse ed quindi la posta inviata da una postazione viene letta anche sulle altre ma la posta è accessibile solo se la connessione internet è attiva.
– Non si rischia di perdere alcun messaggio se si rompe il computer perchè la posta rimane online sul server.

In conclusione, quale protocollo scegliere per configurare un client di posta sul pc o su uno smartphone?
Questo dipende dalle proprie specifiche esigenze e, per chiarire quali sono, si può dire che:
E’ meglio usare POP Se si accede alla posta elettronica da un solo dispositivo, pc o cellulare, se è necessario un accesso costante alla posta elettronica per controllare i messaggi già letti, indipendentemente dalla disponibilità di internet.
E’ utile anche nel caso in cui l’email venga utilizzata da persone diverse e si voglia mantenere la privacy sulla posta inviata.
POP3 è assolutamente consigliato a chi ha grossi volumi di posta perchè l’uso di IMAP riempirebbe in breve tempo la casella postale.

E’ meglio usare IMAP se si vuol accedere alla posta da più dispositivi diversi, sia da cellulare che da diversi pc, se si dispone di una connessione a Internet affidabile e costante e se si ha un flusso di email limitato.
IMAP è ottimo anche a conservare una copia online dei messaggi e potervi accedere anche da altri computer in giro e per non salvare posta in locale.

Nel dubbio, dove possibile, consiglio sempre di usarePOP3 per evitare di sovraccaricare le caselle , i salvataggi e la velocità della vostra casella postale.

Hosting di qualità

Translate »